.
Annunci online

 
orione 
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  vanessa
mary
luca de mata
tekove katu
lana
moana
hillary
milena
pina
gfamily
zhang yu
ségolène
ichimame
filmé cosma
rigoberta
madonna
lulu
emma
anna
anekee
tamara
andrea
lisa
rita
tania
daniela
lady oscar
yulia
manuela
tasha
cecilia
brooke
monica
kirsten
annabel
sally
maria dolores
ayaan
sonia
michelle
benazir
tzipi
condoleeza
oprah
helen
begum
maria do carmo
luisa
gloria
tarja
mary
vaira
ellen
angela
commessafrustrata
micalita
sigourney
angelina
blogmog
dita
luisacarrada
veronica
nicolaza
  cerca


VOTO
Per il partito del diavolo. Quello dei mercanti, delle mignotte, dei preventivi.

Che ha inventato il marketing e gli hippie. Principio vitale e creatore, maschio, della contemporaneità. Ora, però, sta perdendo dei colpi. Martiri e beghini non fanno altro che strillare di valori e verità. Tutte balle per il vecchio tiranno, avvezzo alla ruvida legge del business e a quella melliflua del piacere. Parole incomprensibili, sparate in tutto il mondo dalla comunicazione.

Il re si era illuso. Per anni aveva dimenticato: non era solo al suo arrivo. La comunicazione era sempre stata lì. Creatrice, femmina, dell’umanità. Il vecchio aveva creduto di dominarla e in effetti per lungo tempo era andata così. Non aveva più memoria di essere anch'egli una sua creazione. Una funzione. Lei poi se ne stava in un angolo. Zitta e buona, casa e bottega. 

Non aveva fatto una piega neanche quando le aveva portato a casa la tecnologia. L'arrivo della nuova amichetta sembrava non turbarla. Anzi: assecondava di buona lena ogni morbosità del veccho pervertito. Poi ci ha preso gusto e ha cominciato a giocare per sé. La nuova non le dispiaceva affatto, era una complice ideale. Efficiente, assecondava ogni voglia con pruriginosa meticolosità. E aumentava sempre la posta.

Dominata e dominatrice, allora, si sono messe a giocare insieme. Proprio sotto gli occhi del re, che non vedeva e si compiaceva: la partita era sempre più eccitante. Ma gli sguardi tradivano e il vecchio era costretto a rincorrere. Sempre più spesso non capiva e passava in rassegna prima l'una poi l’altra, a ripetizione, per afferrare qualcosa. La bocca spalancata.

Loro lo tranquillizzavano, gli facevano le coccole e lo mettevano a dormire. Era stato un re glorioso e non si meritava uno scherno manifesto. Dentro di loro, però, sapevano già come sarebbe finita.


My blog is worth $3,387.24.
How much is your blog worth?

Profilo Facebook di Orione Lambri


 

Diario | WonderWomen | GothamCity | StileLiberty | DeadMen | YvyMaraei | TwinPeaks | WhiteRabbit | SpiderWeb |
 
Diario
1visite.

4 giugno 2008

UNISCI ET IMPERA


Forza fighetto, questo è il tuo momento.
Puoi decidere di unire l'America democratica (e di sconfiggere quella repubblicana) o di correre da solo. Ricorda però che se scegli l'ozione 2, la pillola rossa, avrai qualche milione di Erica Jong sulla tua strada. Certo mettersi una Hillary alla Casa Bianca non dev'essere facile.
Ma cosa lo è?

Forza fighetto, scegli la pillola blu: alle elezioni del 2008 votano solo gli statunitensi ma contano per tutto il mondo libero (e semilibero). In Francia, Italia, Gran Bretagna soffia un vento di destra sempre più forte e cattivo.
Le discriminazioni di razza e genere, l'odio / paura delle diversità, tornano a orientare comportamenti privati e discussione pubblica, non solo a destra.

La chiave per mandare - non solo simbolicamente - in soffitta tutto questo e per rilanciare la speranza, il sogno, la nuova frontiera è nelle tue mani.
Alla fine per entrare nella storia basta
un po' di umiltà: il primo presidente afroamericano insieme alla prima vicepresidente donna in questo momento, uniti, non possono perdere.

Quella che segue è la lettera di ringraziamento ai supporters di Hillary Clinton, dopo sei mesi di passione e più di 18.000.000 di voti conquistati (più di Obama, mai tanti nella storia delle primarie americane):

Dear Orione,

Over the course of this campaign, I have seen the promise of America in your courage and character, your energy and ingenuity, and your compassion and faith.

Your spirit has inspired me every day in this race. While I traveled this country talking about how I wanted to help you -- time and again, you reached out to help me. To grab my hand or grip my arm, to look me in my eyes and tell me, don’t quit, keep fighting, stay in this race for us. There were days when I had strength enough for the both of us -- and on the days I didn't, I leaned on you.

This has always been your campaign, and tonight, there's no one I want to hear from more than you. I hope you're as proud as I am of what we've done and that you'll take a moment to share your thoughts with me now at my website.

I want to congratulate Senator Obama and his supporters on the extraordinary race that they have run. Senator Obama has inspired so many Americans to care about politics and empowered so many more to get involved, and our party and our democracy are stronger and more vibrant as a result.

Whatever path I travel next, I promise I will keep faith with you and everyone I have met across this good and great country. There is no possible way to thank you enough for everything you have done throughout this primary season, and you will always be in my heart.

Sincerely,
Hillary
La foto l'ho presa in prestito qui.

sfoglia
maggio        luglio